Jean Nouvel

Jean Nouvel

Equerre d’argent nel 1987 per l’Institut du Monde Arabe e nel 1993 per l’Opéra de Lyon, Commandeur dans l’ordre des arts et des lettres, Leone d’oro alla Biennale di Venezia nel 2000, Medaglia d’oro del Royal Institut of British Architects nel 2001, Premio Borromini per il Centre de Culture et de Congrès di Lucerna nel 2001, Praemium Imperiale nel 2001, Wolf Prix nel 2005, Arnold W. Brunner Memorial Prize per l’architettura e International Highrise Award per la Torre Agbar nel 2006, Pritzker Price nel 2008.

Tra le sue opere principali ricordiamo l’Institut du Monde Arabe, l’Opéra de Lyon, il Centre de Congrès di Tours, la Fondation Cartier, le Galeries Lafayette a Berlino, il Centre de Culture et de Congrès di Lucerna, The Hotel a Lucerna, il complesso Andel a Praga, la Cité Judiciaire a Nantes, la riconversione dei gasometri in spazi abitativi a Vienna, la torre Dentsu a Tokyo, il centro tecnologico a Wismar, il Museo Gallo Romano a Périgueux, la Torre Agbar a Barcellona, l’ampliamento del Museo Reina Sofía a Madrid, il Musée du quai Branly a Parigi, il teatro Guthrie a Minneapolis, il polo tecnologico Brembo a Bergamo, la sede sociale della società Richemont a Ginevra, il complesso acquatico les Bains des Docks a Le Havre, l’auditorium di Copenaghen.

Tra i cantieri aperti e i progetti in fase di studio si annoverano: una biblioteca a Cipro, il Centre de la Mer a Le Havre, il municipio di Montpellier, un palazzo per uffici a Londra, due edifici residenziali a New York, a Vienna una torre per spazi commerciali, uffici e un albergo, il Théâtre de l’Archipel a Perpignan, case a Ibiza, un albergo a Barcellona, una torre per uffici a Marsiglia, il Musée du Louvre ad Abu Dhabi, la sala concerti di Parigi, la Tour de Verre a New York, case a Los Angeles.

In quanto al design, Jean Nouvel firma nel 1994 la linea Less per Unifor, nel 1999 il tavolo 1=2 per Zeritalia, nel 2003 la libreria Graduate per Molteni, un servizio da caffè per Alessi, nel 2004 servizi di posate per Georg Jensen, nel 2006 una linea di rubinetteria per Jado, lo spazio Corian Nouvel Lumières nell’ambito del Salone del Mobile di Milano nel 2007, un flacone di profumo per un’edizione limitata di “L’Homme” di Yves Saint Laurent. Sua è anche la concezione e la realizzazione dell’architettura di interni e degli arredi di The Hotel a Lucerna nel 1998, di due piani dell’Hotel Puerta America a Madrid nel 2005, del ristorante Les Ombres al Musée du quai Branly a Parigi nel 2006.

2 Risposte to “Jean Nouvel”

  1. Scenografie di Jean Nouvel, urbanista francese. « Extreme Beauty in Vogue Says:

    […] in accordo con la Città di Milano, ha invitato l’architetto urbanista francese Jean Nouvel ad allestire la scenografia della mostra Extreme Beauty in […]

  2. Extreme Beauty in Vogue. « Extreme Beauty in Vogue Says:

    […] presenza di Jean Nouvel in qualità di direttore artistico e di artefice delle scenografie, e di Eva Respini come guest […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: